Published On: Marzo 1, 2022By 1209 words6,1 min read

Da sempre l’oro è sinonimo di ricchezza e di eleganza antica, gioielli e anelli d’oro fanno sognare chiunque. Ma quanto costa un anello d’oro? Chiaramente tutto dipende da vari fattori, come la dimensione, il tipo di oro e i suoi carati, la forma dell’anello, che potrebbe essere semplice o più elaborata, o anche adornata da pietre preziose.

Inoltre, la scelta della marca più o meno prestigiosa può incidere notevolmente sulla spesa finale, anche se insieme alla spesa vengono garantite maggiori garanzie sul prodotto acquistato e una completa assistenza prima e dopo la vendita. 

Di seguito vediamo insieme alcuni dettagli e indicazioni che potranno fornire delucidazioni per l’acquisto del vostro anello d’oro dei sogni.

Come nasce l’usanza di indossare un anello d’oro

La forma circolare dell’anello ricorda il simbolo dell’Uroboro, che rappresenta un serpente o un drago che si morde la coda, formando appunto un cerchio senza inizio né fine. Questo è un simbolo molto antico, presente in molte popolazioni e diverse epoche storiche, e rappresenta l’energia universale che si rinnova di continuo, la natura ciclica delle cose, e anche un messaggio di unità e infinito. Per questo viene tradizionalmente realizzato in oro, il metallo più prezioso e durevole del mondo ed elemento naturale che incarna il significato di eternità. 

I primi anelli artigianali hanno fatto la loro prima comparsa nell’antichità, e divennero oggetti preziosi da lavorare con molta precisione già nell’età del bronzo e successivamente nella civiltà cretese-micenea. Nell’antica Roma, inizialmente solo i sacerdoti di Giove potevano adornarsi con anelli, in seguito questo diritto venne esteso anche a cavalieri e senatori. Nello stesso periodo gli anelli venivano utilizzati anche con significato di vincolo e unione, come gli odierni anelli di fidanzamento e matrimonio.

L’anello artigianale può anche essere simbolo di vita terrena; infatti un tempo esisteva la consuetudine di sfilare gli anelli ai congiunti che venivano a mancare, per permettere il loro distacco dalla terra. Stessa cosa avviene per l’anello del Pescatore indossato dal Pontefice, che viene rotto alla sua morte.

Come scegliere l’anello d’oro perfetto per te

Indipendentemente dai gusti personali che ovviamente indirizzeranno la vostra scelta, quando si acquista un anello d’oro è fondamentale parlare di carati. Il carato è lo standard proporzionale per misurare la “purezza” dell’oro; nel caso delle leghe d’oro un carato equivale a una parte d’oro su un totale di 24 parti di metallo costituente la lega. Ad esempio, la dicitura 18 carati indica che la lega è costituita da 18 parti d’oro fino e 6 parti di altri metalli, quindi l’oro di massima purezza è ovviamente quello a 24 carati.

Altro fattore da tenere in considerazione è la durevolezza, in quanto l’oro puro è molto più delicato, mentre l’oro di caratura più bassa è generalmente più resistente ed è più adatto all’uso quotidiano. Fate però attenzione al tipo di metallo inserito nella lega d’oro, spesso viene usato il nichel e molte persone sono allergiche a questo materiale. Per ulteriori dettagli su questo argomento vi rimandiamo al nostro articolo E se fossimo allergici all’oro? Ecco come capirlo.

Oltre alla scelta del materiale dell’anello, che può essere in oro giallo, bianco o rosa, o anche solo placcato oro, dovete valutare la forma e la dimensione. Iniziate quindi a valutare se preferite un anello semplice o leggermente più elaborato, e magari incastonato con qualche pietra preziosa. Chiaramente queste sono solo semplici considerazioni da tenere a mente per guidarvi verso l’anello d’oro più adatto alle vostre esigenze.

All’atto pratico: quanto costa un anello d’oro?

Il costo di un anello d’oro varia principalmente a seconda del materiale che viene selezionato e della sua caratura. Un anello in oro 24 carati sarà certamente molto più caro di un anello semplicemente placcato in oro. 

Ovviamente poi l’eventuale lavorazione e la presenza o meno di pietre preziose contribuiscono ad aumentare la cifra finale. Altro elemento che può incidere abbastanza sul costo, è la marca prescelta. Un brand molto conosciuto sarà certamente sinonimo di qualità e prestigio, ma anche uno meno noto è spesso in grado di offrire ottimi prodotti ad una spesa più contenuta.

Sarà quindi possibile acquistare un bellissimo anello d’oro per meno di mille euro, per arrivare ad anelli estremamente elaborati da quattro o cinque cifre. 

Anello d’oro giallo, bianco o rosa?

Abbiamo già visto che ci sono diverse tipologie di oro, o meglio, oro con diverse purezze. Generalmente l’oro utilizzato nella gioielleria è a 18 carati, e può essere giallo, bianco o rosa. 

L’oro giallo è indubbiamente quello più conosciuto e diffuso, usato spesso per i gioielli e per gli anelli. L’ oro bianco si differenzia per l’aggiunta di leghe come nichel, rame, zinco e palladio, e a volte viene placcato in rodio, per garantire un aspetto ancora più argenteo ed elegante. Ultimamente è tornato di moda anche l’oro rosa, composto da lega d’oro unita al rame.

Se desiderate acquistare un anello che abbia anche un certo valore, state sereni, questo non dipende minimamente dal suo colore, bensì dalla quantità di oro presente per grammi. Potete quindi scegliere tranquillamente l’anello d’oro che vi piace di più, e il colore che più vi aggrada, facendo solo attenzione alla caratura del metallo. 

Un vasto assortimento e massima comodità: Amazon

Probabilmente Amazon non è proprio il primo nome che viene in mente quando pensiamo di acquistare un anello d’oro. Invece è proprio il contrario. Amazon ormai è il principale punto di riferimento per lo shopping online, il suo assortimento copre ogni tipo di settore merceologico e garantisce un’ottima qualità consegnata direttamente a casa, senza stress né bisogno di girare per migliaia di negozi alla ricerca dell’oggetto che tanto desideriamo.

Per quanto riguarda gli anelli, Amazon propone veramente un super assortimento per tutti i gusti e tutte le tasche, da anelli di matrimonio e fidanzamento ad anelli ornamentali tipo fedine, oppure modelli più particolari con disegni o aggiunta di zirconi, a prezzi estremamente vantaggiosi. Nella vasta selezione troviamo vari brand come Swarovski, Pandora e Morellato oltre a modelli molto costosi come anelli d’oro 18kt con diamanti che raggiungono prezzi a cinque cifre.

Scelta green: anello d’oro usato e rigenerato

Negli ultimi tempi sentiamo spesso parlare di riciclo e recupero di cose usate, sia per una questione di risparmio economico che di salvaguardia della natura e del nostro pianeta, ormai stracolmo di ogni varietà merceologica in abbondanza.

Probabilmente ognuno di noi ha qualche oggetto in oro chiuso in qualche cassetto, spesso sono cose che ci hanno regalato per il battesimo o la comunione, o anche per qualche compleanno importante. Invece che lasciarli abbandonati possiamo recuperarli e trasformarli in qualcosa più piacevole da indossare, come un bellissimo anello d’oro.

Le scelte sono due: far valutare gli oggetti e venderli, utilizzando la cifra ottenuta per acquistare un anello nuovo, oppure utilizzare lo stesso oggetto rigenerato dando vita ad una nuova creazione. Nel primo caso l’oro viene fuso, quindi non si tiene molto conto delle condizioni dell’oggetto ed è possibile realizzare un certo guadagno. Nel secondo, è più probabile che si debba spendere qualcosa, ma avremo la possibilità di mantenere un gioiello al quale eravamo comunque un po’ affezionati trasformandolo in un bellissimo anello da indossare tutti i giorni.

Leggi altri articoli simili